IL FENOMENO DELLA FARFALLA DI LUCE

Liguria / Monte Caprione

GATTI E LEGGENDE

IL GATTO NERO CUSTODE DEL TESORO DI CASTELCORNO

FARFALLE

Vai a vedere gli altri articoli sulle farfalle

La farfalla è il simbolo universale della morte e della resurrezione. Questo insetto straordinario nasce bruco, metafora della materialità in quanto striscia nella terra e di essa si nutre, si incuba nella “pupa” e si trasforma in meravigliosa farfalla, compiendo una metamorfosi da creatura materiale a essere celeste, proiezione dell’anima che abbandona nella polvere un corpo melmoso e indefinito. Un semplice insetto è in grado di unire la spiritualità nel comune concetto delle tre tappe dell’anima umana, vita – bruco, morte – crisalide, resurrezione – farfalla.

La farfalla nel mondo
La farfalla ha “molti volti” nel mondo che però seguono una linea comune, legata per l’appunto alla spiritualità. In Nuova Zelanda è simbolo di immortalità, nella Cina di vita autentica, in Messico trasporta le anime destinate a vivere la beatitudine, portandole sulle sue ali. Per la vistosità e il frenetico volo di fiore in fiore è anche stata accostata alla figura della donna frivola, per cui in Giappone e in America Latina diviene rispettivamente geisha e prostituta. Nella storia le farfalle sono state rappresentate ovunque, dagli ornamenti di Micene alle vetrate di alcune chiese in Inghilterra. Non è un caso che nella Metamorfosi di Apuleio, il nome di Psiche, una donna così bella da fa innamorare Eros, il Dio dell’amore, significhi proprio “farfalla”. La farfalla rappresenta la scintilla della vita e non è un caso che il bacino della donna le assomigli così tanto nella sua forma.

Il fenomeno della farfalla di luce
In Italia e precisamente in Liguria, all’interno di un’area sacra del Monte Caprione, ogni anno in occasione del solstizio d’estate (21 giugno) un raggio di sole, attraversando un foro scolpito in un masso, forma al crepuscolo su un menhir una bellissima “farfalla di luce”. Gli antichi abitanti di queste zone, i Liguri Celti, modellando la roccia, hanno volutamente formato questo simbolo di vita, rinnovamento e fecondità a riprova di quanto dovesse essere spiritualmente importante. Con l’ausilio del Sole hanno saputo proiettare una farfalla luminosa nel profondo bosco, in un’area che ospitava rituali e celebrazioni sacre in onore della rigenerazione e della nascita. Folle di persone accorrono fino a qui, per toccare con mano il menhir ed essere avvolti dall’energia della farfalla.

Dall’altra parte del mondo
Ciò che sorprende per via della lontananza, è la somiglianza al culto del popolo azteco in Messico, in cui la farfalla rappresentava l’anima di una donna morta di parto per far nascere il proprio figlio, associata alla dea Itzpapalotl che richiedeva spesso questo tipo di sacrifici. Donne coraggiose che morivano tra le fatiche e i dolori laceranti del travaglio, ma che ottenevano nell’aldilà gli stessi onori dei guerrieri che cadevano in battaglia. Un uomo trafitto per difendere la vita del proprio popolo, era pienamente paragonabile alla donna che, per difendere la discendenza della propria famiglia, sacrificava la sua stessa vita.

La farfalla, simbolo di vita eterna
E’ lo spettacolo della Resurrezione dell’anima ciò che accade nel periodo attorno al 21 giugno, il giorno di massima espressione del Sole, a partire dal quale l’arco sulla volta diminuisce progressivamente. La farfalla è un animale che non invecchia, ama e concepisce. Lei figura il momento in cui l’anima illuminata nel bozzolo della nostra materialità si trasforma in colorata farfalla (in questo caso in farfalla luminosa) e torna lassù da dove inizialmente è caduta come bruco primordiale. Osserviamo e interpretiamo la Natura, perché Dio ci parla e svela i segreti dell’universo attraverso di essa. Quello che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo lo chiama farfalla.

Sembra che il gatto siamese sia il preferito a custodire i tesori

Sostieni il progetto acquistatndo il nostro libro

SCRIVICI

AUTRICE

Misteri bestiali è un progetto di Isabella Dalla Vecchia

COLLABORAZIONI

In collaborazione con OIPA e Radiobau

Contatti

info@misteribestiali.it